RSA PisogneRSA Pisogne

Residenza
Socio Sanitaria

Centro Diurno
Integrato

Appartamenti
Sociali

Mini Alloggi
Protetti

Servizio
ADI

Servizio
Assistenza Domiciliare

Residenza Socio Sanitaria

E’ in grado di accogliere persone affette di varie patologie: non autosufficienti, persone affette da Alzheimer o altre tipologie di demenza, persone in stato vegetativo.
La struttura è completamente climatizzata e in ogni nucleo è presente un locale soggiorno-pranzo, una cucinetta di piano per il confezionamento delle colazioni, il bagno attrezzato per gestione bagno assistito. Nella sala soggiorno è presente la TV ed è dotata di comode poltrone.
La struttura inoltre dispone di cucina interna, sala mensa-ristorante, locale parrucchiera, palestra, sala per attività  di animazione-socializzazione, ampio salone multifunzionale, biblioteca, chiesa.
All’esterno è stato realizzato il “Giardino di Al”, un giardino multisensoriale che permette alla persona affetta da Alzheimer di muoversi al contatto con la natura in uno spazio di sicurezza e architettonicamente studiato per rispondere alle sue esigenze.
La struttura dispone di un nucleo protetto per l’accoglienza di persone affette da Alzheimer, con l’accesso a un giardino d’inverno dotato di “Treno Terapia”.

Centro Diurno Integrato

Il Centro Diurno Integrato (C.D.I.) è ubicato nel cuore della RSA è autorizzato e accreditato ad accogliere giornalmente n.30 persone; costituito da una sala riposo con poltrone relax, una sala da pranzo, una sala per le attività  di animazione con tv, una cucina, tre bagni di cui uno dotato di vasca per bagno assistito, un bagno per il personale.
Nella struttura vi sono tutti quegli spazi attrezzati per l’erogazione dei servizi alberghieri quali la cucina centrale, un’ampia sala ristorante, il bar, la reception, sala polifunzionale per l’animazione, ampia palestra per la fisioterapia, locale parrucchiere-barbiere-podologo, cappella per funzioni religiose (svolte quotidianamente), sala convegni, sala multimediale, ambulatorio medico, infermeria, sala medicazione.
Esternamente è stato realizzato il “Giardino di Al” direttamente collegato al Centro Diurno (inaugurato nell’ottobre 2007), un giardino multisensoriale che permette all’ospite di muoversi a contatto con la natura in uno spazio sicuro e architettonicamente studiato per rispondere alle sue esigenze. Per gli ospiti del Centro diurno si organizzano molte attività  anche al di fuori della semi residenziali.

Appartamenti Sociali

L’alloggio protetto per anziani, per la sua ubicazione all?interno della residenza sanitaria assistenziale e le particolari caratteristiche strutturali e distributive alloggio privo di barriere architettoniche e nel rispetto delle indicazioni tecniche dettate in materia dalla regione Lombardia è da destinarsi ad anziani autosufficienti e/o parzialmente che, per mantenere la propria autonomia di vita, necessita di una situazione abitativa “protetta”: gli assegnatari potranno infatti fruire di una rete di servizi offerti dalla RSA, in risposta ai diversi bisogni espressi. I soggetti destinatari dell?intervento presentano pertanto un profilo composito, nel quale possono combinarsi di volta in volta , problematiche di tipo sociale, abitativo , funzionale.
I cittadini che attendono accedere al servizio devono presentare una domanda, possono ritirare la modulistica necessaria presso la reception.
La domanda di ammissione è composta dalla seguente documentazione:
– domanda di ammissione
– scheda sanitaria , redatta dal medico di medicina generale (al verificarsi della disponibilità  dell’alloggio, sarà  richiesto un aggiornamento delle condizioni di salute dell’interessato).

Mini Alloggi Protetti

Sono strutture abitative protette, situate all’interno della Fondazione, progettati e attrezzati in modo da facilitare la massima conservazione delle capacità  e dell’autonomia della persona, la tutela della propria intimità , il mantenimento dei rapporti familiari e amicali, la conservazione delle abitudini e interessi di vita. Costituiscono una delle alternative all’istituzionalizzazione.
Il mini alloggio garantisce all’anziano un’assistenza domiciliare coordinata con la rete dei servizi sociali e socio-sanitari esistenti sul territorio. Possono essere ammessi nei mini alloggi in via prioritaria persone che abbiano raggiunto il sessantesimo anno di età  e/o che si trovino in una condizione psico-fisica che l’equipe medica dell’Ente ritenga tale da giustificare l’assegnazione dell’alloggio. L’ammissione sarà  subordinata alla presentazione di domanda con allegata dichiarazione di accettazione delle norme previste dal regolamento. Per qualsiasi richiesta di chiarimenti la Fondazione dispone ha uno sportello dedicato presso la reception aperto al pubblico dalle ore 8,30 alle ore 12,30 e dalle ore 14,00 alle ore 18,30 dal lunedì al venerdì e dalle ore 8,30 alle ore 12,30 il sabato.

Assistenza Domiciliare Integrata e cure palliative a domicilio

I servizi A.D.I. e le Cure Palliative a Domicilio, sono attivati dall’ATS della Montagna tramite richieste inoltrate dal proprio MAP (Medico di Assistenza Primaria/di Base), attraverso la forma del voucher di tipo fisioterapico, infermieristici, o assistenziali.
La Fondazione può essere scelta dalle famiglie come ente erogatore diretto del servizio dopo l’avvenuta attivazione dal parte della ATS della Montagna. Il servizio richiesto verrà  attivato entro 72 ore feriali dalla comunicazione formale pervenuta alla Fondazione, per i voucher di tipo fisioterapico, mentre 24 ore per i voucher di qualunque altro tipo.
Per qualsiasi richiesta di chiarimenti la Fondazione dispone ha uno sportello dedicato presso la reception aperto al pubblico dalle ore 8,30 alle ore 12,30 e dalle ore 14,00 alle ore 18,30 dal lunedì al venerdì e dalle ore 8,30 alle ore 12,30 il sabato.

Servizio Assistenza Domiciliare

Il servizio si realizza utilizzando lo strumento del Voucher Sociale, spendibile presso strutture accreditate. L’accreditamento è un provvedimento amministrativo rilasciato a favore di un soggetto giuridico riconosciuto come idoneo ad erogare prestazioni o servizi per conto del Servizio Pubblico. La Fondazione eroga questo servizio nel comprensorio Camuno Sebino dal 2005 a circa un centinaio di persone. Attivo tutto l’anno, si avvale della collaborazione di personale qualificato: Coordinatore del servizio, Assistente Sociale, O.S.S. (Operatore Socio Sanitario), A.S.A. (Ausiliario Socio Assistenziale) e Operatori generici. la richiesta di attivazione del Servizio di Assistenza Domiciliare deve essere inoltrata presso l’Assistente Sociale del proprio territorio/comune. La famiglia che riceve l’attivazione può scegliere tra gli enti erogatori la Fondazione, che per illustrare meglio la propria offerta ha attivo un servizio di accoglienza, come primo contatto presso la propria reception con orari di apertura al pubblico dalle ore 8,30 alle ore 12,30 e dalle ore 14,00 alle ore 17,00 dal lunedì al venerdì e dalle ore 8,30 alle ore 12,30 il sabato.

Contattaci per maggiori informazioni